letteratura

libRiamo: Marco Anzovino 7 luglio acetaia di Josko Sirk

6

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si parlerà di tossicodipendenza, o meglio di musica contro la tossicodipendenza nel prossimo incontro di “libRiamo ne’ lieti calici”, l’ennesima anteprima di Cormònslibri, giovedì 7 luglio alle ore 18 nella bellissima acetaia di Josko Sirk alla Subida con il cantautore e scrittore Marco Anzovino, con lui dialogherà la giornalista Anna Piuzzi. L’autore pordenonese presenterà il libro “Turno di notte” Ed. Biblioteca dell’immagine, un racconto intenso, crudo, destabilizzante che mette i brividi per il vivido realismo delle storie di tre ragazzi incontrati lungo gli oltre mille turni di notte nella Comunità Terapeutica “Villa Renata” al Lido di Venezia per il recupero di persone tossicodipendenti. La notte coi suoi occhi dannati, dispersi e sopravvissuti alla burrasca delle sostanze, relitti alla deriva, navigazioni senza bussola, isole trovate. Ma è anche un disco, composto da 11 struggenti canzoni che hanno la forza minimale della chitarra e voce e che affondano le radici nel miglior cantautorato folk-rock. L’intento del progetto culturale è quello di promuovere il territorio unendo letteratura e musica all’ospitalità e al vino ricchezze di Cormons.

Marco Anzovino, pordenonese, classe 1979, assistente sociale nella Comunità per il Recupero di tossicodipendenti «Villa Renata» (Lido di Venezia), cantautore, musicista, produttore. Tre album a suo nome, vincitore di numerosi concorsi nazionali con brani di sua composizione (Premio Recanati, Premio Canzone d’Autore, Premio Solo Musica Italiana). Chitarrista e percussionista nella band del fratello Remo dove svolge anche il ruolo di co-produttore e co-arrangiatore. Vanta collaborazioni con Gino Paoli, Fabio Concato, Iskra Menarini, Princezito. È autore e produttore dell’album d’esordio di Cristian Imparato (Vincitore della prima edizione del talent show «Io Canto») e di Martina Campagna (Seconda classificata nella seconda edizione). Dal 2007 ad oggi ha realizzato numerosi laboratori di scrittura di canzoni nelle scuole e nei Centri di Aggregazione del Veneto e del Friuli. Con il comico torinese Gianpiero Perone ha realizzato spettacoli di teatro per ragazzi replicati nei teatri e nei Palasport italiani

Sinossi – Oltre mille turni di notte in una Comunità Terapeutica per il recupero di persone tossicodipendenti al Lido di Venezia. La notte coi suoi occhi dannati, dispersi e sopravvissuti alla burrasca delle sostanze, relitti alla deriva, navigazioni senza bussola, isole trovate. La notte come un tempo d’attesa e di speranza di un’alba che sta sorgendo all’orizzonte. La notte come musica silenziosa del dolore, ricca di suoni sognanti, parole del non detto, ritorni dall’altrove. “Turno di Notte” è anche un disco, composto da 11 struggenti canzoni che hanno la forza minimale della chitarra e voce e che affondano le radici nel miglior cantautorato folk-rock. I testi mai banali e molto cinematografici raccontano le storie di quelli che sono ai margini, ma anche delle persone invisibili che stanno al loro fianco lavorando di notte. Un libro e un cd sofferto e sentito di un cantautore, che ha ancora molto da dire.

Categorie:letteratura, musica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...