Solidarietà

a_afghanistan_donne2

Photo: Jenny Matthews/ActionAid

Solidarietà (raccolta fondi)

Actionaid – per l’istruzione donne in Afghanistan

Donne e Istruzione
Le donne in Afghanistan non hanno le stesse opportunità degli uomini, sono umiliate quotidianamente e subiscono violenze di ogni genere. Avere giustizia è spesso impossibile.
In Afghanistan la maggioranza delle donne ha subìto violenza durante il corso della propria vita: psicologica (umiliazioni, limitazioni della libertà, divieti, minacce); fisica (maltrattamenti, abusi di ogni tipo); economica (divieto di lavorare fuori casa, nessun accesso alle risorse economiche della famiglia). Senza contare usanze tradizionali come matrimoni precoci e forzati, delitti d’onore, obbligo di sposare il proprio stupratore, uso delle donne come oggetto di scambio che rappresentano un pericolo per la vita e la salute delle donne.
Le violenze vedono spesso come protagonisti i familiari della vittima: mariti, padri, fratelli e per questo le donne si sentono ancora più fragili e non sanno a chi rivolgersi. I responsabili godono sovente di immunità e copertura, a causa di una cultura che crede prevalentemente nella superiorità dell’uomo sulla donna e non rispetta i diritti sanciti dalla legge.
Nelle comunità è diffusa la convinzione che la violenza domestica sia un fatto privato e che non se ne debba parlare né si debba intervenire.
ActionAid ha rilevato che i sistemi di sostegno alle donne vittime della violenza come l’assistenza medica, sociale, psicologica o legale sono scarsi e a volte non esistenti. L’unica istituzione governativa esistente che se ne occupa è rappresentata dagli uffici provinciali del Ministero per le Donne che però non hanno né le capacità né le competenze sufficienti per rispondere ai bisogni delle vittime della violenza. Alle donne afghane è negata la possibilità di un presente e di un futuro sereno, un’istruzione e un lavoro che possano contribuire alla loro stabilità.
Il progetto nasce dall’esperienza avviata nel 2006 da ActionAid in collaborazione con il Fondo delle Nazioni Unite per le Donne (UNIFEM).
Dal 2011 al 2014 il progetto sarà sostenuto, attraverso un co-finanziamento, dal Ministero degli Affari Esteri Italiano per ampliare i risultati positivi ottenuti nella prima fase.
L’obiettivo di ActionAid è di creare e sviluppare un sistema integrato di supporto legale per le donne afghane vittime di violenza, attraverso la formazione specifica di assistenti legali che contribuiranno a consolidare un sistema di denuncia e lotta contro la violenza.
Inoltre ActionAid appoggerà la creazione di gruppi di auto-aiuto in 50 villaggi, che attraverso incontri periodici di informazione e formazione, aiuteranno le donne ad abbattere il muro del pregiudizio e la paura e a non sentirsi sole. Grazie alla presenza costante degli assistenti legali le donne avranno una figura guida che le accompagnerà e le aiuterà ad interagire con la magistratura, le strutture di assistenza e durante il doloroso e coraggioso processo di denuncia della violenza subita.
Gli obiettivi del progetto
Garantire assistenza legale e procedurale per oltre 1.000 donne.
Formazione di 60 consulenti legali/ assistenti sociali sui diritti delle donne, la prevenzione e il contrasto della violenza.
Creazione di 50 gruppi di auto-aiuto formati da 20 donne ciascuno.
Formazione di 50 donne per condurre gli incontri e le discussioni dei gruppi femminili.
Sensibilizzazione dei Consigli degli Anziani di 50 villaggi.
Sensibilizzazione dei parlamentari afghani sul problema della violenza contro le donne e sui loro diritti.
Facilitazione di incontri tra parlamentari afghani e italiani per denunciare il problema a livello internazionale.
Cosa possiamo fare col tuo aiuto, ad esempio:

75 €uro per offrire a 3 donne un corso di istruzione per un anno.
300 €uro per fornire materiale didattico a 20 donne per un anno.
815 €uro per un percorso di formazione a 20 donne sui propri diritti attraverso le riunioni dei gruppi di auto-aiuto.
5,000 €uro per permettere a 200 donne di ricevere aiuto legale e assistenza sociale e denunciare le violenze subite.
10,000 €uro per la pubblicazione della ricerca sulle azioni del Governo afghano in merito al problema della violenza, che farà pressione sui politici per il mantenimento degli impegni presi
– See more at: http://www.actionaid.it/cosa-puoi-fare/progetti-prioritari/afghanistan-stop-alla-violenza-contro-le-donne#sthash.7Wny73BQ.dpuf

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...