Orazione Civile per la Resistenza

Comune di Gradisca d'Is.

Comune di Gradisca d’Is.

Gradisca d’Isonzo – Sala Bergamas ore 21.00 giovedì 28 novembre

ingresso gratuito
Con il patrocinio della Provincia di Gorizia
In collaborazione con il Comune di Gradisca d’Isonzo

ORAZIONE CIVILE PER LA RESISTENZA
Daniele Biacchessi (voce narrante, testo, regia)

Daniele Biacchessi racconta la Resistenza in un libro di Promo Music Corvino Editore collana Paperback, distribuzione Messaggerie Musicali e in uno spettacolo in versione solista o accompagnato da Marino e Sandro Severini dei Gang e Michele Fusiello.

Cosa accaduto in Italia tra l’8 settembre 1943 e il 25 aprile 1945?
Una guerra civile oppure una guerra di Liberazione contro la dittatura fascista e l’occupazione tedesca?
I termini sono importanti per definire l’esito della Storia.
La guerra civile un conflitto armato nel quale le parti belligeranti appartengono alla popolazione di un unico Paese.In Inghilterra (1642 – 1660), America (1861 – 1865), Spagna (1936 – 1939), si sono combattute vere guerre a_Biacchessicivili. Tra l’8 settembre 1943 e il 25 aprile 1945, il nostro Paese invece occupato dalle forze armate della Germania nazista e il nostro territorio trasforma in un distretto militare alle dirette dipendenze di Adolf Hitler, tramite la Repubblica Sociale Italiana di Benito Mussolini, un protettorato tedesco, sfruttato dai nazisti per legalizzare alcune loro annessioni e per ottenere mano d’opera a basso costo. In Italia si dunque combattuta una guerra di Liberazione contro la dittatura nazista e fascista.
A nord organizzata sul piano logistico e militare da tutti i partiti e movimenti antifascisti italiani (comunisti, socialisti, democristiani, azionisti, demo laburisti, monarchici, anarchici), da buona parte dei soldati e ufficiali del disciolto esercito italiano dopo l’8 settembre 1943.
Una guerra di Liberazione sostenuta dalle forze anglo – americane. Fino alla vittoria finale.

BIOGRAFIA

Daniele Biacchessi, giornalista e scrittore. Caporedattore di Radio24-Il Sole24ore.Premio Cronista 2004 e 2005 per il programma Giallo e nero. Premio Raffaele Ciriello 2009 per il libro Passione reporter. Premio Unesco 2011 per lo spettacolo Aquae Mundi con Gaetano Liguori.
Ha pubblicato decine tra libri, prefazioni e interventi. La fabbrica dei profumi (Baldini&Castoldi,1995), Fausto e Iaio (Baldini&Castoldi, 1996), Il caso Sofri (Editori Riuniti, 1998), Lambiente negato (Editori Riuniti,1999), 10,25 cronaca di una strage (Gamberetti, 2000), Il delitto DAntona (Mursia, 2001), Un attimo..ventanni (Pendragon, 2001), Ombre nere (Mursia, 2002), Punto Condor. Ustica, il processo (Pendragon,2002), Lultima bicicletta, il delitto Biagi (Mursia, 2003), Cile 11 settembre 1973? (Franco Angeli, 2003), Vie di fuga. Storie di clandestini e latitanti (Mursia 2004), Roberto Franceschi: processo di polizia (Baldini Castoldi Dalai,2004), Walter Tobagi. Morte di un giornalista. (Baldini Castoldi Dalai, 2005), Una stella a cinque punte. Le inchieste DAntona e Biagi (Baldini Castoldi Dalai, 2007), Il paese della vergogna (Chiarelettere, 2007), Fausto e Iaio, trent’anni dopo, capitolo I fatti (Costa&Nolan, 2008), Passione reporter (Chiarelettere, 2009),Attentato imminente, prefazione al libro di Simona Mammano e Antonella Beccaria (Stampa Alternativa, 2009), Per non dimenticare, il teatro civile di Daniele Biacchessi (Associazione LaLokomotiva, 2010), Maledetta fabbrica a cura di Simona Mammano, capitolo sulle morti bianche (Stampa Alternativa, 2010), Teatro civile, nei luoghi della narrazione e dell’inchiesta (Edizioni Ambiente collana Verdenero inchieste, 2010),Orazione civile per la Resistenza (2012, Promomusic), Enzo Tortora, dalla luce del successo al buio del labirinto (2013, Aliberti), “I narratori della memoria” (2013, Vololibero-Associazione Ponti di memoria),”Giovanni e Nori, una storia di amore e di resistenza” (2014, Laterza).
Nel 2001 scrive e dirige il docufilm Il filo della memoria (montaggio di Gianfranco Vietti), sui familiari delle vittime delle stragi e del terrorismo.
Daniele Biacchessi autore, regista e interprete di teatro narrativo civile.
La storia e la memoria (2004) , Fausto e Iaio, la speranza muore a 18 anni (2005), La Fabbrica dei profumi. Il racconto di Seveso (2006), Storie dItalia. I diari (2006), Punto zero, frammenti di underground americano (2008), Piazza Fontana, il giorno dellinnocenza perduta (2009), Ustica Punto Condor (2011), con il sassofonista Michele Fusiello.
Orazione civile per la Resistenza (2011) in solista. Orazione civile per la Resistenza La rossa primavera (2012) con Marino e Sandro Severini dei Gang e Michele Fusiello. Roberto Franceschi. Processo di polizia (2005), Quel giorno a Cinisi. Storia di Peppino Impastato (2006), Aquae Mundi, l’acqua un bene comune con il pianista Gaetano Liguori.
Il paese della vergogna e Passione reporter con Marino e Sandro Severini dei Gang.
I ventitr giorni della città di Alba (2007) e Il sogno e la ragione. Storie del 68?, con Gaetano Liguori e Michele Fusiello.
Il lavoro rende liberi (2010) con il cantautore Andrea Sigona.
Cento passi contro la mafia (2010) con Tiziana Di Masi e Gaetano Liguori.
Storie dell’Altra Italia con Gang e Massimo Priviero.
In forma di solo reading, ha scritto Luigi Tenco, morte di un cantautore e Le crepe della memoria per le vittime del terremoto dell’Aquila.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...