storia&società

SABATO 19/11
ORE 18.30 IL LAVORO NON BASTA
Incontro con CHIARA SARACENO. Presenta Franco Belci, già segretario CIGIL Fvg
Chiara Saraceno è una Sociologa italiana laureata in filosofia, ha insegnato Sociologia della famiglia all’Università di Torino; è stata direttrice del Centro interdipartimentale di studi e ricerche delle donne, nonché membro della Commissione italiana di indagine sulla povertà e l’emarginazione. I suoi studi si concentrano in modo particolare su politiche e mutamenti familiari.
[Il lavoro non basta. La povertà in Europa negli anni della crisi. Feltrinelli, 2016]
In collaborazione con MicroMega

MARTEDÌ 22/11
ORE 17.30 LA FELICITÀ AL POTERE
Incontro con CRISTINA GUARNIERI. Presenta Raoul Nadalutti, Assessore alla
Cultura del Comune di Cormons
Cristina Guarnieri è nata a Roma, dove attualmente vive. Si è laureata in Filosofia presso l’Università La Sapienza di Roma e ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Filosofia del Linguaggio presso la stessa Università. Dal 2011 è la Direttrice Editoriale della casa editrice Editori Internazionali Riuniti, attraverso la quale dà impulso a varie pubblicazioni su diverse inchieste legate al tema dei diritti umani e sul tema dei desaparecidos. Ha pubblicato con Massimo Sgroi il libro.
[La felicità al potere Mujica José Pepe. Castelvecchi, 2016]

 

ORE 18.45 THE BEAT OF FREEDOM
Di e con MARTA CUSCUNÀ dal libro “Io sono l’ultimo. Lettere di partigiani
italiani”. I partigiani, prima di tutto, erano giovani. Si innamoravano, scoprivano di avere paura e coraggio. La libertà era nei monti, per la prima volta riuscivano a sentirla e picchiava nella testa. Un racconto corale per i ragazzi e le ragazze di oggi, sul sogno rock di un Paese di persone uguali nei diritti e libere. Marta Cuscunà è nata a Monfalcone, piccola città operaia famosa per il cantiere navale dove si costruiscono le navi da crociera più grandi del mondo e per il triste primato dei decessi per malattie causate dall’amianto.

VENERDÌ 25/11
ORE 17.30 AGGIORNARE LA COSTITUZIONE
Incontro con GUIDO CRAINZ. Presenta Giovanna Casadio, giornalista de La Repubblica.
Guido Crainz, nato a Udine, è professore ordinario di Storia Contemporanea presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Teramo. Ha dedicato le sue ricerche alla società rurale europea dell’800 e del 900 e, alla storia dell’Italia contemporanea. Ha fatto parte del Direttivo dell’Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione, dell’Istituto romano per la storia d’Italia dal fascismo alla Resistenza, e del Comitato scientifico dell’Istituto Alcide Cervi.
[Aggiornare la Costituzione. Storia e ragioni di una riforma. Crainz Guido, Fusaro Carlo. Donzelli Donzelli, 2016]

DOMENICA 27/11
ORE 17.00 I VALORI DI VENTOTENE: COSTITUZIONE EUROPEA E COSTITUZIONE ITALIANA
Incontro con GIACOMO RUSSO SPENA. Presenta Gianpaolo Carbonetto, giornalista.
Giacomo Russo Spena giornalista di MicroMega, collabora con Il Fatto Quotidiano ed Espresso.it. Ha lavorato in passato a Il Manifesto e a Il Riformista.
[Ada Colau, la città in comune. Da occupante di case a sindaca di Barcellona. Ed. Alegre, 2016]
In collaborazione con MicroMega

GIOVEDÌ 1/12
ORE 20.30 LA BATTAGLIA PARTIGIANA DI GORIZIA
Sala parrocchia Cormons
Incontro con LUCIANO PATAT, storico. Presenta Dario Mattiussi, direttore Istituto L. Gasparini. Accompagnamento musicale dei No-Bel. Dall’8 al 12 settembre 1943, fanti, alpini, guardie alla frontiera e carabinieri, si oppongono con le armi all’invasione tedesca di Gorizia. Negli stessi giorni uomini e donne, soprattutto lavoratori dei cantieri di Monfalcone, costituiscono la “Brigata Proletaria” e assieme alle formazioni partigiane slovene, riescono controllare il territorio provinciale.
[La battaglia partigiana di Gorizia. Centro L. Gasparini, 2015]

VENERDÌ 2/12
ORE 17.30 FROCIO E BASTA
GLI INCONTRI DE IL PICCOLO
Incontro con. CARLA BENEDETTI Presenta Alessandro Mezzena Lona,
responsabile della pagina della Cultura de Il Piccolo.
Carla Benedetti, saggista e critica letteraria, insegna Letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università di Pisa. È autrice di saggi e monografie sulla narrativa italiana e francese, la teoria della letteratura e la filosofia del linguaggio. Il suo libro Pasolini contro Calvino (Bollati Boringhieri, 1998) ha suscitato un acceso dibattito, così come L’ombra lunga dell’autore. Indagine su una figura cancellata (Feltrinelli, 1999 – Cornell University Press 2005). È stata tra i fondatori di “Nazione Indiana” e poi della rivista “Il primo amore”. Tiene la rubrica Il romanzo” sul settimanale “L’espresso”. [Frocio e basta. Pasolini, Cefis, Petrolio. Effigie, 2016]

ORE 18.00 STANCA MORTA
sala Dora Bassi, via Garibaldi 7, Gorizia
Incontro con ELENA DE VECCHI. Presentano Vesna Humar giornalista del Primorske Novice, Alex Pessotto, giornalista de Il Piccolo. Introduce Ales Waltritšch associazione culturale Apertamente. Elena De Vecchi è nata a Trieste. Diplomata in pianoforte, laureata in filosofia e in scienze dei beni culturali, ha insegnato nelle scuole pubbliche e ha collaborato con varie istituzioni musicali e museali. [Stanca morta. Robin, 2016]
In collaborazione associazione culturale Apertamente

Annunci